时间  6小时 12分钟

航迹点数 6411

上传日期 2017年10月28日

记录日期 十月 2017

  • Rating

     
  • 相关资料

     
  • 可循迹程度

     
  • 景色推荐程度

     
-
-
2,424 m
1,421 m
0
3.5
6.9
13.82 km

浏览次数: 2803次 , 下载次数: 49次

邻近 Fraciscio, Lombardia (Italia)

Gita effettuata il 28 Ottobre 2017.

Si lascia l'auto presso il parcheggio sopra la località Fracisco alla fine della Via delle Soste
ed imbocco la strada sterrata seguendo il segnavia per l'Alpe Angeloga (il segnavia indica 1h e 20 min).
La strada sale con leggera pendenza sino alla sua fine presso una diga frangiacque lungo il torrente Rabbiosa.Si passa il cancelletto di metallo e il percorso si trasforma in una mulattiera ben fatta con scalini di pietra che sale in leggera pendenza sino alla confluenza dei torrenti nel vallone.
Da qui il percorso sale con più pendenza e con numerosi tornanti, lungo la parete nord-est.


Il panorama è chiuso dalla stretta valle, ma si può ammirare la gola da qui scende il torrente Angeloga e, dietro di esso, l'imponente cima del Pizzo Stella che con i suoi 3100 metri è la montagna più alta della zona.


Arrivato presso il profondo canalone in cui si getta il torrente, il sentiero prosegue lungo il lato sinistro del corso d'acqua mezzo ghiacciato per la bassa temperatura.A sinistra, una scritta rossa sulla parete rocciosa, mi avverte che sono a 10 minuti dal rifugio Chiavenna.
La giornata è tersa e soleggiata, ma un forte vento freddo che arriva dalla piana di Angeloga, ha ghiacciato i ruscelli che colano lungo la mulattiera, creandomi qualche difficoltà nella salita.
Arrivato infine sulla piana, il panorama si apre sulle montagne circostanti, ma il vento non demorde e mi costringe ad indossare cappello guanti e giacca a vento.


Così bardato, raggiungo il rifugio Chiavenna e l'alpe Angeloga dove mi fermo per una piccola pausa e per cambiarmi la maglietta al riparo dal forte vento.Il termometro del rifugio segna -8°.


Un pò di foto e poi proseguo imboccando il sentiero in direzione del Lago nero e del Passo Angeloga che sale con forte pendenza dietro al rifugio. Appena prima di arrivare al lago Nero, si deve passare per un canalone roccioso con scalini intagliati nella pietra con esposizione al vuoto, ma attrezzato con cavo di acciaio, molto utile in caso di neve o di ghiaccio (a causa del freddo, alcuni scalini erano coperti di ghiaccio)


Il panorama presso il lago Nero è splendido.


Da qui, si può vedere il vallone dell'Alpe Angeloga sotto di me e il Pizzo Stella (purtroppo controsole...) imbiancato che sovrasta tutto.
Proseguo lungo il sentiero che gira lungo il lato sinistro del lago.In un punto, mi tocca mettermi i ramponcini, a causa di un ruscello ghiacciato che ha coperto il sentiero, ma aparte questo, il percorso è facile e ben segnato ed in breve, raggiungo la croce sopra il passo Angeloga.
Da qui è possibile vedere il vecchio rifugio Angeloga ormai in disuso da anni , e sotto di lui, il lago Ballone.


Decido di proseguire sul sentiero in direzione della Val di Lei che scende leggermente sino a raggiungere la metà che mi ero previsso sin dall'inizio:
un splendido punto panoramico che ho visitato l'ultima volta, nel lontano 2002 e che mi è rimasto impresso sino da allora.
Da qui si ha una splendida vista su tutta la Val di Lei e il suo lungo e splendido lago sino alla diga posta in territorio svizzero.


Sotto è possibile vedere anche l'alpe presso il Bivacco Del Nido posta alla fine del lago e l'Alpe Mulaccetto posta a metà circa sulla riva sinistra.
Dato che non c'è vento, mi fermo per il pranzo al sacco e per un pò di riposo.
Per il ritorno, ho percorso lo stesso sentiero dell'andata, ma arrivato presso il bivio al Laghetto del Passo, decido di scendere al Rifugio Chiavenna percorrendo il sentiero che passa in alto a 2400mt sopra il Lago Caldera e che scende girando lungo la Valle del Pizzo Peloso.


Giro intorno al Lago Angeloga e mi fermo per una merenda presso una casetta dell'Alpe Angeloga al riparo dal vento che ancora disturba la zona con raffiche casuali.
Per il ritorno, passo per il Rifugio Chiavenna e percorro lo stesso sentiero fatto all'andata sino al ritorno presso il parcheggio di partenza.

Difficoltà:
I sentieri da me percorsi, sono tutti di tipo E.
Data però l'autunno inoltrato, il freddo ha ghiacciato alcuni torrenti che passano su piccoli tratti di sentiero e ha lasciato una brina gelata soprattutto nella zona alta del Passo di Angeloga.In questa stagione, consiglio di portarsi dei ramponi.

I miei tempi:
Dal parcheggio al Rifugio chiavenna 1h e 15minuti.
dal Rifugio al Lago Nero 35 minuti
Dal Lago Nero al Passo di Angeloga 30 Minuti
Dal Passo al punto panoramico 15 minuti
Dal Punto Panoramico al rifugio Chiavenna 1h e 20 minuti
dal Rifugio Chiavenna al parcheggio 1 ora.

Buon Divertimento
停车处

Partenza

山区客栈

Rifugio Chiavenna

湖泊

Lago Nero

隘口

Passo di Angeloga 2391mt

观景点

Punto Panoramico sulla Valle di Lei

湖泊

Lago di Angeloga

8则评论

  • 的照片 chicco90

    chicco90 2017-10-30

    我已使用过这条航迹  View more

    Splendido percorso. uno dei più belli della Val Chiavenna.
    Lo consiglio però in piena estate.

  • 的照片 Elena Sofia

    Elena Sofia 2017-10-30

    我已使用过这条航迹  View more

    Bellissimi colori autunnali.
    L'alpe Angeloga è ideale per un bel pic-nic.

  • 的照片 Pippo71

    Pippo71 2017-10-30

    我已使用过这条航迹  View more

    Percorso facile e adatto a tutti per la stagione estiva.
    Consigliata ad Escursionisti esperti nelle altre stagioni.

  • 的照片 tabita85

    tabita85 2017-10-30

    我已使用过这条航迹  View more

    Percorso molto bello , Mi spiace non essere venuta con te.
    Sarà per la prossima volta....

  • 的照片 SoniaSonia

    SoniaSonia 2017-10-30

    我已使用过这条航迹  View more

    Belle foto.Complimenti per il percorso.

  • Marco Bassi 2017-10-30

    我已使用过这条航迹  View more

    Uno dei luoghi più belli della Val Chiavenna.
    Splendido il lago della val di Lei.

  • 的照片 terryexplorer

    terryexplorer 2019-6-18

    complimenti

  • 的照片 murales93

    murales93 2019-7-26

    我已使用过这条航迹  View more

    Percorso con panorami spettacolari sulla conca dell'Angeloga e sulla Val di Lei, in estate non abbiamo avuto problemi di ghiaccio sul sentiero. Tecnicamente facile ma con tratti ripidi abbastanza lunghi. Noi lo abbiamo allungato scendendo al Pian del Nido.

You can or this trail