时间  4小时 17分钟

航迹点数 325

上传日期 2016年3月25日

记录日期 三月 2016

-
-
1,426 m
730 m
0
1.7
3.3
6.67 km

浏览次数: 1282次 , 下载次数: 6次

邻近 Onore, Lombardia (Italia)

Stringato, stringato, stringato ragazzi…



Allo Chalet (parcheggio) ci sono arrivato un po’ per culo e un po’ grazie alle “dritte” generiche di una local, perché ladies & gentleman, di indicazioni per la Valle dei Dadi qua non se ne vede neanche l’ombra, anche se leggendo l’unica mezza relazione trovata in rete, sembrava che tutto fosse chiaro e segnalato. Probabilmente l’autore sarà della zona… mah!



Detto questo, se parcheggiate nei pressi dello Chalet poi seguite la sterrata che si stacca sulla sinistra della zona franosa, oltrepassate un bel maneggio e portatevi nei pressi di alcune baite ristrutturate, da qua, sempre costeggiando il ghiaione, vi portate in prossimità di un “omino” di grosse dimensioni, attraversate la frana in maniera comoda e dopo aver oltrepassato una sbarra, in 2 minuti giungete sul sentiero vero e proprio che passa alla sinistra della Baita Boldet.



Da adesso in poi la musica cambia decisamente di spartito, se fino ad ora la pendenza era assolutamente da passo turistico, imboccata la mulattiera invece, lo sforzo che bisogna mettere in campo mette a dura prova polpacci e respiro.



Raggiunto lo Stalì de Boldet si tiene la destra risalendo un rado bosco, dopodiché, con diversi tornanti e in forte pendenza (oggi innevato), si guadagna la Croce di vetta. La visuale spazia a 360° e la Regina delle Orobie sembra lì a due passi.

Chi vuole godersi la pace e il silenzio si può fermare qua, invece se qualcuno vuol proseguire il cammino per altri 10 minuti, può seguire la flebile traccia che porta sino al Monte Cornet, fate attenzione perché è un tracciato con forte presenza di erba ciularina e diverse esposizioni da non sottovalutare. La Cima è spoglia di qualsiasi segnale. 2h dal via.



Dopo aver dato fondo alle cibarie, purtroppo siamo dovuti scendere a valle perché nonostante il bel Sole, Eolo rompeva un attimino i coglioni. Anche per il ritorno alla macchina ci sono diverse possibilità di scelta, tutte rigorosamente su tracce non bollate.



Nota 1):Oggi bel giretto sulla sconosciuta Cima Buldet con la “family” al completo… un giro certamente da non mettere tra i più lunghi, ma, essendo in una zona molto bella dove ci si arriva in un’ora o poco più di strada alla fine il giudizio generale è più che positivo. Il T3 l’ho messo per l’infida cresta tra il Buldet e il Cornet.

Nota 2): Cose a caso & chi se ne frega!



Chi se ne frega: Valeria Marini è incinta.

Chi se ne frega: La Lecciso in diretta tv alza la gonna e mostra le gambe.

Chi se ne frega: Kate Middleton svela i segreti intimi della Regina.



Nota 3): Eric vs Family!



FAMIGLIA.



Veloci come un treno puntiamo su Marsiglia,

su binari imputriditi che sanno di vaniglia,

ragazzi stiamo attenti… c’è puzza di guerriglia.

Famiglia,

comando la brigata col battito di ciglia,

ma non mi sento tranqui e vado di pastiglia,

la Nadia si ribella e scatta il parapiglia.

Famiglia,

Olmino stai un po’ calmo e molla la caviglia,

se il bravo riesci a fare, ti premio con la Triglia,

ignori i miei richiami e giochi con la biglia.

Se piscio sul sentiero estraggo la “maniglia” e in fondo mi domando: che cazzo di Famiglia?



A la prochaine! Dome, Nadia, Olmo. “La family”.
Waypoint

Onore chalet La Goccia

Waypoint

Capanno Yamamoto

Waypoint

Baita Boldet

Waypoint

Stalì de Boldet

Waypoint

Cima Buldet

Waypoint

Monte Cornet

评论

    You can or this trail