时间  5小时 57分钟

航迹点数 2385

上传日期 2019年6月19日

记录日期 六月 2019

-
-
2,273 m
1,188 m
0
3.3
6.6
13.23 km

浏览次数: 73次 , 下载次数: 4次

邻近 Niquidetto, Piemonte (Italia)

Il monte Civrari è una montagna delle Alpi Graie il cui punto culminante, la Punta Imperatoria, è alto 2.302 m. Si trova tra la valle di Susa e la valle di Viù nei comuni di Condove, Lemie e Viù.
Dallo spiazzo sulla strada di Niquidetto (1180 m) si sale alla chiesetta e, oltrepassata la sua facciata, si imbocca un sentierino in salita sulla destra, che quasi subito piega a sinistra tra i prati. I segnavia color Bianco/Rosso sono subito evidenti e più avanti anche col N. 104. Dopo un breve tratto piuttosto ripido si costeggia una mulattiera, sulla quale poco dopo ci si immette, seguendola verso sinistra per entrare in un fitto bosco di imponenti faggi. Superati i ruderi di Muande Costassa, (1294 m) si sbuca su ampi pascoli che vengono attraversati da un sentiero che in fondo prosegue a destra salendo nel bosco. Qui ci sono tratti acquitrinosi. All’uscita del bosco si arriva ai pascoli delle Muande Frestè. (1432 m) Senza raggiungere le baite, che si lasciano a destra, si prosegue con una svolta a gomito a sinistra passando appena a monte del bosco di faggi; si aggira, in leggera salita, un costone e si entra così nel vallone del Civrari.
Occorre attraversare un tratto di pietraia di medie dimensioni, e poi salire per roccette fino ad attraversare il torrente per guadagnare un piccolo promontorio, dove poi il vallone si allarga. Si costeggia in alto alla destra orografica il torrente, salendo per bei prati, finché si giunge nel piccolo altopiano racchiuso tra le tre punte che formano il piccolo massiccio del Civrari: da sinistra Punta della Croce, Punta Imperatoria e Torretta del Prete. Poco dopo il percorso diviene pianeggiante, piegando lievemente a sinistra, si arriva in breve alle sponde del Laghetto del Civrari. (1956 m) Tra gli abitanti del piccolo centro di Col San Giovanni era un tempo diffusa la credenza che nel laghetto fosse nascosto un grande tesoro. Il luogo era però ritenuto infestato dal diavolo e dalle masche, tanto che ogni anno il parroco di San Giovanni saliva dal paese per benedire lo specchio d'acqua.
Dal lago si continua a destra, tralasciando il vallone principale verso il Colletto del Civrari. Si prosegue invece in salita ora un po' più ripida, raggiungendo rapidamente una spalla erbosa posta sotto la direttrice della cima, da dove è visibile la grossa edicola di pietre della Madonna. Il sentiero continua a salire per terriccio e detriti, passando per la Fonte Imperatoria, fino a piegare decisamente a destra per proseguire a mezza costa fino a raggiungere la vetta della Punta Imperatoria. (2302 m) Dalla cima si prosegue in direzione Sud per la stretta cresta di roccette, oppure seguendo il sentierino a sinistra, fino alla selletta erbosa dalla quale si risale l’anticima tra pietrame e magre erbe. Subito dopo l’anticima a destra arriva il sentiero dal Colle del Colombardo (2209 m) Proseguendo in discesa sulla cresta si raggiunge la netta depressione del Colletto del Civrari. (2165 m) Da qui con un sentiero che sale obliquo a sinistra ci si porta sotto al cocuzzolo della Punta della Croce. Si sale il crinale ripido a destra tra rocce nere screpolate fino a raggiungere la cima. (2234 m) La vetta della montagna risulta particolarmente "affollata": sono infatti presenti ben due croci di vetta , di cui una dotata di specchio, poste a pochi metri l'una dall'altra e anche un parafulmine. Dalla cima si ridiscende per lo stesso percorso fino al Colletto. Dal colletto, svoltando a destra, si scende su traccia di sentiero, all’inizio con forte pendenza attraverso sfasciumi, poi la traccia continua a scendere senza difficoltà tra alcuni dossi di rocce ed erba fino a ricongiungersi al sentiero dell’andata, poco prima del laghetto. Da qui si ridiscende per la stessa traccia dell’andata.
Arrivati alle Muande Frestè è possibile lasciare la traccia di salita per raggiungere Niquidetto seguendo la panoramica stradina sterrata che prende avvio proprio da questo alpeggio. Con alcune svolte, passando in un bel boschetto di faggi e costeggiando alcuni alpeggi, si arriva alla strada asfaltata circa 300 metri prima di Niquidetto. Si svolta a destra e si ritorna, seguendo l’asfalto, all’abitato.
Colletto del Civrari 2165m

评论

    You can or this trail